Premiati i campioni italiani di Raccolta differenziata di pile e accumulatori

PILE

A Como l’evento finale del progetto Una Pila Alla Volta, promosso dal Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori (CDCNPA) e patrocinato dal Ministero dell’Ambiente

Sono le squadre GLI IMPILATI dell’I.C. “Walt Disney” di Cernobbio (CO) e I FULMINATI dell’I.C. “G.B. Cipani” di Santorso (VI) ad aggiudicarsi il titolo di primi campioni di italiani di raccolta differenziata di pile e accumulatori portatili, rispettivamente nella categoria Scuola/Cultura e Sport/Tempo Libero. La vittoria è stata decretata ieri pomeriggio a Como nel corso dell’evento finale del Progetto Una Pila Alla Volta, la più importante campagna di comunicazione ambientale mai realizzata in Italia sul tema del riciclo della batterie, promossa dal Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori (CDCNPA) e patrocinato dal Ministero dell’Ambiente.

Per raggiungere il gradino più alto del podio le due squadre, già risultate prime classificate nel proprio ambito nelle aree geografiche Nord Est e Nord Ovest si sono sfidate con altri 8 concorrenti provenienti da tutta Italia, in una serie di prove organizzate presso il Tempio Voltiano, il Museo dedicato alla memoria e alle scoperte dello scienziato comasco inventore della prima pila. Con la vittoria le squadre si aggiudicano, oltre a un voucher di 2.500 € che avevano vinto per essere arrivate prime nella propria area, anche il primo premio del contest, costituito da un ulteriore voucher di 2.500 euro per l’acquisto di materiale didattico o sportivo.

Una Pila Alla Volta è un’iniziativa di sensibilizzazione, riservata ai ragazzi e alle ragazze tra i 10 e i 14 anni, punta a generare conoscenza e consapevolezza sull’argomento, ma soprattutto a promuovere buone prassi comportamentali legate al corretto smaltimento di questa particolare tipologia di rifiuto. Le oltre 250 squadre che da settembre ad aprile si sono iscritte al progetto hanno potuto scaricare dalla piattaforma digitale i materiali didattici e seguire un percorso formativo con il proprio tutor. Successivamente si sono sfidate a distanza in prove pratiche e in particolare: un quiz tematico, la realizzazione di un quadro o una scultura con pile esauste, un video sul tema della raccolta differenziata, una canzone e una caccia al tesoro per scoprire i contenitori presenti nella propria città. Tutte le attività sono state testimoniate attraverso foto, video o audio e sono state caricate sulla piattaforma per poter essere votate da parenti e amici oppure condivise sui social network, ottenendo punti utili alla classifica finale.

La campagna ha avuto una forte eco anche online con quasi 2 milioni di visualizzazioni dei contenuti su facebook, 700.000 visualizzazioni dei video realizzati dagli YouTuber a sostegno del progetto, oltre 1.000 download dei materiali didattici originali e una stima di 3.000.000 di persone raggiunte direttamente dalla comunicazione del progetto.

Alla fine delle prove sono state premiate le 30 squadre migliori con voucher di un valore variabile tra i 1.000 e i 2.500 euro, per un montepremi complessivo di 55.000 euro. Le squadre che hanno raggiunto la vetta della classifica nella propria area geografica sono state invitate a Como per partecipare all’evento finale. Oltre alle quadre che hanno vinto il titolo erano a Como: I PISANI dell’I.C. “Francesca Ungaro” di Venezia (VE), I POP CORN dell’I.C. di Scafa (PE), ARIA dell’I.C. Matese di Mirabello Sannitico (CB), ONECLASS dell’I.C. ” G.Caria” di Macomer (NU), BATTERIE ALLA RISCOSSA dell’ Associazione Centro di gravità di Civitavecchia (RM), I PILATI dell’I.C. di Colli a Volturno (IS), I FEDERICIANI dell’I.C. “Federico II” di Mascalucia (CT).

L’elenco completo delle squadre vincitrici e la gallery con gli elaborati che hanno realizzato durante il contest sono disponibili all’indirizzo www.unapilaallavolta.it

 

Una Pila alla Volta è stato un progetto di successo. Attraverso il gioco e la sana competizione – commenta Giulio Rentocchini, Presidente del CDCNPAabbiamo coinvolto migliaia di giovanissimi che, a loro volta, hanno parlato alle proprie famiglie e ai propri amici di persona o attraverso i canali oggi più utilizzati: i social network. Hanno diffuso il messaggio di una corretta gestione del fine vita di pile e accumulatori, hanno trasmesso il semplice concetto che la batteria esausta non va gettata nella raccolta differenziata ma in appositi contenitori. Particolarmente importante la sfida della geolocalizzazione che ha spinto le squadre a conoscere e comunicare la posizione degli oltre 8.000 contenitori presenti sul territorio italiano. Sono veramente contento di premiare le squadre della Regione Molise che ha partecipato al nostro progetto con tanto entusiasmo. Le scuole riceveranno presto i voucher in palio che potranno utilizzare per acquistare materiali didattici o sportivi”.

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*