LG presenta la nuova macchina per produrre la birra in casa: capsule usa e getta come per il caffè! PIU’ RIFIUTI = PIU’ GUADAGNO

LG_birra03

La LG, nota marca di elettrodomestici e apparati per telefonia mobile, ha presentato nei giorni scorsi, nella sua sede di Seoul, un nuovo elettrodomestico casalingo per produrre la birra.

Sarà commercializzato dal 2019.

L’apparato funzionerà con capsule monouso che contengono malto, lievito, olio di luppolo e aromi.LG parla di un “algoritmo di fermentazione ottimizzato e comoda funzione autopulente“.LG_birra

Con un pulsante si avvia il processo automatico che comprende la “fermentazione, la carbonatazione e l’invecchiamento”; tutto automatico e tutto artificiale! Ha perfino reso disponibile un’APP gratuita che consente agli utenti di verificare lo stato di HomeBrew (birrificazione casalinga) in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo.

La perla è nella brochure che promuove il prodotto “L’intelligente sistema a capsule rimuove anche tutte le frustrazioni legate alla pulizia associate ai tradizionali metodi di produzione casalinga.

“Pensato per gli amanti della birra più esigenti, HomeBrew consente la produzione in casa di vari stili popolari assicurando risultati eccellenti con ogni lotto. Le cinque birre distintive e riccamente aromatizzate non mancheranno di stupire: iperamericani IPA, American Pale Ale dorata, stout inglese corposo, Witbier in perfetto stile belga e Pilsner ceca secca. Può produrre fino a cinque litri di birra di alta qualità in circa due settimane a seconda del tipo di birra.”

Ridotta anche la birra ad un “algoritmo” ecco che i consumi infrangono un’altra barriera alla faccia dei rifiuti e degli obblighi di riciclo. E l’Unione Europea? Chiede miracoli o avvio al riciclo? Perchè non pone limiti al commercio di queste macchine consuma-risorse e produci-rifiuti?

 

 

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*