CONAI: DAL 2005 AD OGGI 3,6 MILIARDI DI EURO DI BENEFICI ECONOMICI, OLTRE A QUELLI AMBIENTALI

CONAI uff

3,6 miliardi di euro

Questo è il valore economico della materia prima prodotta da riciclo in 14 anni. A questo valore bidogna aggiungere i benefici ambientali generati dal riciclo dei rifiuti di imballaggio ritirati dal sistema CONAI che non sono finiti in discarica.

3,6 miliardi di euro è una cifra importante. Una volta si sarebbe detto di una manovra correttiva della Finanziaria (circa 7.200 miliardi di lire), ma oggi questo è il valore economico prodotto dalla materia prima-seconda prodotta dal riciclo dei rifiuti da imballaggio che il sistema CONAI, con i suoi 6 Consorzi, ha prodotto come risultato della raccolta differenziata fatta dai comuni e conferita al Consorzio Nazionale Imballaggi per l’avvio al riciclo.

FlussiSistema_CONAI

Questo si legge in Tweet di oggi di @conai che è il distillato del Rapporto di Sostenibilità del Consorzio.

Nel 2017 il flusso economico complessivo del sistema consortile è stato pari a circa 849 milioni di euro di ricavi, che derivano in primo luogo dal Contributo Ambientale Conai (CAC), pari a 524 milioni di euro, cui si aggiungono 288 milioni di euro di ricavi della vendita dei materiali e 36 milioni di euro di altri ricavi della gestione non caratteristica, finanziaria e straordinaria.
Nello stesso anno i costi di gestione sono stati pari a 875 milioni di euro, di cui l’86% è rappresentato
dai costi di conferimento, raccolta e avvio a riciclo (logistica, selezione, pretrattamento, ecc):
• il 58% di questi costi è rappresentato dai corrispettivi riconosciuti alle pubblicheamministrazioni nell’ambito dell’Accordo Quadro Anci-Conai a copertura dei maggiori oneri delle raccolte differenziate degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio (conferimenti);
• il 32% è destinato, dai consorzi di filiera, per la remunerazione delle imprese di servizio per il ritiro e il recupero dei materiali raccolti;
• il 10% ha coperto i costi di struttura dei consorzi, nonché altri costi per attività specifiche promosse sul territorio, progetti territoriali ordinari e speciali, campagne di educazione e comunicazione rivolte ai cittadini e così via, a ulteriore vantaggio degli enti locali.
Flussi_economici_CONAI_2017
Il saldo negativo tra ricavi e costi è stato assorbito dai consorzi di filiera, ciascuno per la propria quota, utilizzando la riserva patrimoniale costituita con gli avanzi di esercizio dei precedenti periodi.
Share on FacebookTweet about this on Twitter

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*