Tari, la sola presenza dell’utenza elettrica non legittima l’esazione

sentenza 3

Con Sentenza n. 917/2019 della Commissione Tributaria di I grado di Lecce si stabilisce che la presenza di un contratto di fonitura di elettricità costituisce una presunzione di idoneità dell’immobile all’uso e, conseguentemente, alla potenziale attitudine a generare rifiuti. Tutta via questa è una “presunzione iuris tantum” ovvero che può essere controvertita qualora l’utente fornisca prove contrarie ritenute sufficienti.

 

SCARICA LA SENTENZA

 

 

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*