SOTTOSCRITTA LA CARTA PER GLI EVENTI SPORTIVI SOSTENIBILI

CartaCourmayeur

E’ stata sottoscritta lo scorso 7 settembre, a Courmayeur,  la “Carta per gli Eventi Sportivi Sostenibili”, nata dall’esigenza collettiva dei firmatari di affermare l’importanza della salvaguardia dell’Ambiente e dalla necessità di adottare obiettivi atti a rendere ecologicamente sostenibili eventi temporanei che portano le persone a diretto contatto con elementi naturali come le manifestazioni sportive, specialmente quelle outdoor.

Fra i promotori dell’iniziativa anche il nostro Consorzio, impegnato da diverso tempo in eventi a carattere sportivo e culturale che prevedono un’ampia partecipazione di pubblico, per la promozione e la raccolta degli imballaggi in alluminio.

Ultime esperienze: Il Giro d’Italia, i MotoGp di Misano e del Mugello, il Jova Beach Party e alcuni eventi tenutisi in alta quota.

In fondo a questo articolo trovate il pdf della Carta, consultabile e scaricabile.

Tra i firmatari, oltre ai Consorzi CIAL, Ricrea e Corepla,  il Presidente della Regione Antonio Fosson, l’Assessore all’Ambiente Albert Chatrian ed il Sindaco di Courmayeur Stefano Miserocchi assieme agli organizzatori delle quattro competizioni aderenti all’iniziativa: Ultramirage (Tunisia), Sila3vette (Calabria), KeepCleanAndRun e Tor des Géants.

“Con la sottoscrizione di questa Carta – spiega il Presidente Fosson – vogliamo ancora una volta sottolineare l’attenzione che l’Amministrazione regionale volge alle tematiche legate alla salvaguardia dell’ambiente. Rendere ecologicamente sostenibili eventi che portano le persone a diretto contatto con elementi naturali, come le manifestazioni sportive, specialmente quelle outdoor, significa promuovere una cultura sportiva basata sui concetti di sostenibilità e di circolarità nell’impiego delle risorse naturali, capaci di generare impatti positivi sui territori coinvolti e, nel caso degli organizzatori di eventi, tenere conto di questi principi in fase di programmazione, pianificazione e gestione degli eventi sportivi stessi”.

SCARICA QUI LA CARTA IN PDF

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*