Milano fa scuola a New York per la Raccolta Differenziata

Grazie a innovazione e ricerca, come cestini intelligenti che avvertono quando sono pieni, zero plastica nelle scuole e raccolta dell’umido anche tra le bancarelle dei mercati rionali, Milano è la prima grande città europea a superare il 50 per cento di raccolta differenziata, oggi Milano è a quota 54 per cento.

Le buone pratiche milanesi hanno attirato l’attenzione anche oltreoceano. Una delegazione dell’assessorato all’ambiente di New York è arrivata in città per studiare il “caso Milano” e per lanciare una sfida: raggiungere quota “zero waste”, l’azzeramento della produzione di immondizia, entro il 2030. Milano risponde e punta in alto: «L’obiettivo entro i prossimi quattro anni è di arrivare al 65 per cento di materiale differenziato e riciclato», racconta l’assessore all’ambiente Marco Granelli. Con uno sguardo a materiali finora poco considerati nel contesto milanese, come i tessuti. «New York recupera il 6 per cento di quelli buttati, per noi è una una delle nuove frontiere da esplorare».

 

Post collegati:

1 Commento

  1. RaccolteDifferenziate20th Settembre 2016 - 8:20

    Ottima iniziativa!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*