ERP Italia: un 2016 in crescita

E’ di segno positivo la chiusura del 2016 per ERP Italia. La filiale italiana dell’unico
Sistema Collettivo che opera a livello pan-europeo archivia un ulteriore anno di
crescita facendo segnare risultati operativi positivi nella raccolta e trattamento sia
dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) sia dei rifiuti da pile e accumulatori (RPA).

ERP Italia si conferma ancora una volta un punto di riferimento sul territorio italiano nella gestione della conformità e delle attività di ritiro per tutte le tipologie di materiali RAEE, rifiuti di pile e pannelli fotovoltaici: nel corso del 2016, il sistema collettivo ha gestito 34.209 tonnellate di RAEE, con un aumento del 28% nei volumi trattati rispetto alle 26.759 tonnellate al 31 dicembre 2015, e circa 1385 tonnellate di RPA.

RAEE: una gestione sempre più efficiente
L’incremento quantitativo di circa 7.500 tonnellate realizzato nella raccolta dei RAEE
porta a 236.231 le tonnellate di RAEE gestite da ERP Italia in 8 anni di operatività sul
territorio nazionale (2008-2016). Questo risultato, estremamente significativo in termini
ambientali, è l’effetto visibile del costante impegno di ERP Italia nel rendere sempre più
efficiente la gestione dei RAEE.
Entrando nello specifico della composizione dei RAEE trattati, spicca la crescita a doppia
cifra dei “grandi bianchi” (lavatrici, asciugatrici lavastoviglie ecc.) raggruppati nel
comparto R2, con 13.889 tonnellate raccolte che rappresentano un +47% rispetto al
risultato 2015.
Tale crescita testimonia l’ottimizzazione nel processo di gestione del rifiuto. Grazie a una
rete certificata di fornitori esperti, infatti, ERP Italia è riuscita nel 2016 a recuperare una
maggior quantità di materie prime seconde. In tal senso va evidenziato anche
l’importante ruolo svolto da ERP Italia nel comparto che, a livello nazionale, ha raggiunto
un totale di 21.000 tonnellate (+41% rispetto al 2015).
Di contro, il 2016 ha visto una lieve flessione nel comparto R3 (televisori e monitor). La
diminuzione è dovuta al lento passaggio verso la raccolta di TV e monitor a schermo
piatto, che hanno un peso inferiore rispetto agli apparecchi a tubo catodico.
RPA: confermata la leadership di ERP Italia
Il 2016 ha confermato la leadership di ERP Italia nella gestione delle batterie portatili
esauste di provenienza domestica, con un raccolto pari a circa 1.385 tonnellate che
porta a 6.914 tonnellate i rifiuti da pile e gli accumulatori sottrattati all’impatto
sull’ambiente e smaltiti a norma dal 2010 a oggi. Alessandria con 160.214 kg si è
aggiudicata la palma della provincia più virtuosa nella raccolta di RPA, seguita da
Torino con 140.403 kg e Arezzo con 104.610 kg.

RAEE professionali in rapida crescita
Inoltre, i dati di chiusura 2016 evidenziano una crescita cospicua nel segmento dei RAEE
professionali raccolti all’interno dei servizi dai servizi di conformità ambientali erogati
dal sistema collettivo, i cui volumi sono passati in un anno da 282 a 486 tonnellate
(+72%).
TMI: ancora migliorata la puntualità del servizio
Le performance relative alla puntualità del servizio confermano anche i livelli di
eccellenza nell’efficienza e nella qualità del servizio. Nel 2016, infatti, ERP Italia ha
ritoccato ulteriormente i suoi già elevati standard di rispetto dei TMI (Tempi Massimi di
Intervento) sia nei RAEE che nei RPA, portati rispettivamente al 99,5% e al 98%.
“I risultati realizzati nel 2016 sono ben più che soddisfacenti, specie tenendo in
considerazione le crescenti difficoltà di gestione nella raccolta dei rifiuti” – dichiara
Alberto Canni Ferrari, Country General Manager di ERP Italia. “Nella raccolta dei
RAEE di origine domestica e, ancora di più, in quella dei RAEE professionali abbiamo
ottenuto performance superiori alle previsioni, a testimonianza della passione e della
professionalità con cui operiamo ogni giorno a beneficio dei clienti, delle comunità e della
sostenibilità ambientale.”
European Recycling Platform (ERP)
ERP Italia è tra i principali Sistemi Collettivi che si fanno carico della gestione a norma dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), degli RPA (Rifiuti da Pile e Accumulatori) e dei rifiuti da pannelli fotovoltaici sull’intero territorio nazionale. ERP Italia è la filiale italiana di ERP – European Recycling Platform, il Sistema Collettivo leader in Europa nella gestione dei RAEE e degli RPA. Fondato nel 2002 per iniziativa di Braun-Gillette (oggi Procter & Gamble), Electrolux, Hewlett Packard e Sony, ERP è oggi presente direttamente in 16 Paesi (14 UE e 2 extra Comunità Europea). Inoltre, fornisce un servizio di conformità in grado di coprire in tutto 32 Paesi del mondo.

Da giugno 2014, Landbell Group, uno dei principali specialisti nel settore della conformità e della gestione dei rifiuti di imballaggi in Germania, è entrato a far parte dell’azionariato di ERP.
Con oltre 2600 produttori aderenti, tra cui 32 aziende inserite nella lista Fortune 500, quasi 2,6 milioni di tonnellate di RAEE gestite a dicembre 2015 e una rete di logistica inversa consolidata, ERP è considerato un player chiave su tutto il mercato europeo ed è coinvolto direttamente a livello di Unione Europea.
Per ulteriori informazioni: www.erp-recycling.it

ERP ITALIA

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*