A Roccastrada (GR) le imprese non pagano la TARI i primi due anni

Iniziativa virtuosa e incentivante per l’economia locale nel comune del grossetano: azzeramento della TARI alle nuove imprese per i primi due anni di attività.

Azzeramento della tariffa per i primi due anni di attività di nuove imprese, agevolazioni per le attività già presenti e per i cittadini attenti alla raccolta differenziata e al compostaggio domestico e investimenti per migliorare la gestione dei rifiuti a livello comunale e di area, con nuovi servizi e senza aumenti per gli utenti. Sono queste le linee guida che caratterizzano l’applicazione della Tari a Roccastrada, a seguito del regolamento e delle tariffe approvati nei giorni scorsi dal consiglio comunale.

Una postazione di cassonetti a Roccastrada (GR)

Una postazione di cassonetti a Roccastrada (GR)

“Roccastrada – afferma Francesco Limatola, sindaco di Roccastrada – sta investendo energie e risorse per razionalizzare e ottimizzare la gestione dei rifiuti. L’attenzione su questo tema è molto alta, per rispettare gli obiettivi fissati dalla Regione e per tutelare sempre di più il nostro ambiente e il suo futuro coinvolgendo attivamente la comunità. Con questo obiettivo stiamo portando avanti azioni differenziate, quali il porta a porta a Roccastrada, Ribolla e Sticciano, la riorganizzazione della raccolta nelle altre frazioni, una crescente sensibilizzazione dei cittadini, a partire dalle scuole, e un nuovo bando che pubblicheremo presto per consegnare altre compostiere per il compostaggio domestico che, se effettuato correttamente, dà diritto alla riduzione della Tari. A questo si unisce la stazione ecologica in località Il Bargio, dove è possibile inserire tante tipologie di rifiuti evitando l’abbandono indiscriminato che deturpa il decoro degli spazi urbani ed extraurbani”.

“Una corretta gestione dei rifiuti – aggiunge Emiliano Rabazzi, assessore all’ambiente di Roccastrada – comprende il miglioramento degli impianti e dei servizi, per garantire a tutti i cittadini il diritto a una corretta raccolta differenziata con conseguenti ripercussioni sugli importi della tariffa e sulla tutela dell’ambiente. Su questi temi stiamo lavorando sia a livello comunale che come membri dell’Area Omogenea Raccolta, AOR, Grosseto nord di cui facciamo parte insieme ai Comuni di Follonica, Gavorrano, Massa Marittima, Monterotondo Marittimo, Montieri e Scarlino. Grazie alla sinergia attivata, abbiamo conquistato un bonus pari a circa 130 mila euro nell’ambito del Piano economico e finanziario dell’Ato Toscana Sud come riconoscimento dell’impegno congiunto nella promozione della raccolta differenziata e come nuovo incentivo per far crescere ulteriormente la percentuale nei Comuni coinvolti. Queste risorse permetteranno di razionalizzare e ottimizzare la gestione dei rifiuti in tutte le realtà coinvolte senza gravare sugli utenti nonostante la forte implementazione dei servizi e puntando a far crescere ancora la raccolta differenziata che, secondo i dati certificati 2015, è pari al 39,01 per cento a Roccastrada e al 42,21 per cento a livello di AOR, contro il 33 per cento della provincia di Grosseto”.

Fonte: Comune di Roccastrada

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*