“CUORE MEDITERRANEO” SULLE SPIAGGE ITALIANE PER RICORDARE CHE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA NON VA MAI IN VACANZA

Cuore Mediterraneo

Consorzio RICREA, insieme a Goletta Verde di Legambiente, promuove nei porti e sulle spiagge italiane la sostenibilità degli imballaggi in acciaio e l’importanza del riciclo.

Imparare a differenziare in modo corretto gli imballaggi in acciaio è importante e non va dimenticato: anche in vacanza, bisogna gettare nel contenitore giusto barattoli e scatolette, tappi corona e capsule affinché possano essere avviati al riciclo. La campagna itinerante “Cuore Mediterraneopromossa da RICREA, il Consorzio Nazionale per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio, insieme a Goletta Verde di Legambiente, sta percorrendo le coste italiane con l’obiettivo di sensibilizzare bagnanti e diportisti sulle qualità e i valori degli imballaggi in acciaio, un metallo che viene riciclato all’infinito senza perdere le proprie intrinseche qualità.

“Legambiente e RICREA dialogano tra loro da più di vent’anni per molte e importanti attività svolte su tutto il territorio, e siamo fieri di averli al nostro fianco – commenta Stefano Ciafani, Presidente nazionale di Legambiente -. I prossimi anni saranno decisivi per il pianeta e noi continueremo ad impegnarci affinché l’Italia possa contribuire attivamente per ridurre le emissioni di gas serra e per rispettare gli obiettivi concordati a livello internazionale, continuando a sottolineare l’importanza dell’economia circolare”.

Se l’economia circolare è l’economia del futuro, gli imballaggi in acciaio sono senza dubbio tra i campioni di un mondo più verde e sostenibile. Anche grazie all’impegno dei Comuni e dei cittadini, nel 2019 in Italia sono state riciclate 399.006 tonnellate di imballaggi in acciaio, pari al peso di circa 167 Atomium, il celebre monumento di Bruxelles.

“Da materia prima a imballaggio, a rifiuto differenziato, raccolto e avviato al riciclo per nascere a nuova vita, all’infinito, l’acciaio è protagonista di una reale economia circolare – spiega Domenico Rinaldini, Presidente RICREA -. Con un tasso di avvio al riciclo pari all’82,2% dell’immesso al consumo, superiore all’obiettivo dell’80% fissato per il 2030 dalla Direttiva Europea, l’Italia è un’eccellenza nella raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio e non possiamo che essere soddisfatti dei risultati raggiunti. Ma il nostro obiettivo è quello di migliorare ancora, continuando a formare ed educare i cittadini”.

Con l’iniziativa “Cuore Mediterraneo” l’inviata speciale Alice è protagonista di un viaggio alla scoperta delle abitudini e delle conoscenze degli italiani sugli imballaggi in acciaio, per informarli sull’importanza di una corretta raccolta differenziata. Sempre presenti nel pranzo portato da casa e nelle cambuse, barattoli e scatolette in acciaio sono ideali per custodire le eccellenze della dieta mediterranea come il pomodoro, l’olio d’oliva e i prodotti ittici grazie alla capacità di proteggere i cibi da agenti esterni, mantenendone intatti il sapore, la qualità e le proprietà nutritive. E si riciclano al 100% all’infinito per tornare a nuova vita sotto forma di nuovi prodotti.

 

Maggiori informazioni su Cuore Mediterraneo e le attività di Alice sulla pagina Facebook dedicata @CuoreMediterraneo.RICREA

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*