Comuni Ricicloni 2020, i vincitori nella categoria Alluminio

Sono tre capoluoghi di provincia del sud Italia i vincitori del premio Comuni Ricicloni 2020, categoria raccolta differenziata degli imballaggi in alluminio; Lecce, Chieti e Isernia.

Ai tre Sindaci delle città, CIAL e Legambiente hanno consegnato una Ricicletta, citybike simbolo del riciclo dell’alluminio perché realizzata con l’equivalente di 800 lattine per bevande riciclate: Diego Pietro Ferrara, Sindaco di Chieti, Giacomo D’Apollonio, Sindaco di Isernia e Carlo Salvemini, Sindaco di Lecce (nella foto sotto).

comuni-ricicloni

La raccolta differenziata dell’alluminio in Italia.Con 51.400 tonnellate di imballaggi in alluminio riciclate nel 2019, pari all’70% delle complessive 73.400 tonnellate immesse sul mercato – cui vanno aggiunte 4.500 tonnellate di imballaggio sottile destinato alla termovalorizzazione – l’Italia si è confermata anche per il 2019 Paese di eccellenza a livello europeo per quantità di alluminio riciclato prodotto.

Un risultato vitale per un Paese la cui produzione di alluminio si basa al 100% sul riciclo..

In particolare, sono oggi oltre 5.406 (+232 rispetto al 2018) i Comuni e 46 milioni i cittadini attivi nella raccolta differenziata dell’alluminio con cui CIAL collabora, nell’ambito dell’Accordo Quadro Anci-Conai, su tutto il territorio nazionale.

Numeri che hanno consentito una crescita del 22,6% della raccolta differenziata gestita dal Consorzio nell’ultimo anno.

Comuni Ricicloni 2020 

Nato nel 1994, Comuni Ricicloni è un appuntamento consolidato, a cui aderisce un numero sempre maggiore di Comuni, che vedono nell’iniziativa di Legambiente un importante momento di verifica e di comunicazione degli sforzi compiuti per avviare e consolidare la raccolta differenziata, e più in generale, un sistema integrato di gestione dei propri rifiuti.

L’iniziativa di Legambiente premia le comunità locali, amministratori e cittadini, che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti: raccolte differenziate avviate a riciclaggio, ma anche acquisti di beni, opere e servizi, che abbiano valorizzato i materiali recuperati da raccolta differenziata.

A partire dall’edizione 2016 del concorso l’accento è stato sui Comuni Rifiuti Free, ovvero quei Comuni a bassa produzione di rifiuto indifferenziato destinato a smaltimento.

Le classifiche sono stilate su base regionale. Per ogni regione vengono definiti i vincitori assoluti per quattro categorie: comuni sotto i 5.000 abitanti, comuni tra i 5.000 e i 15.000 abitanti, comuni sopra i 15.000 abitanti e comuni capoluogo. A questi premiati si aggiungono i vincitori per ogni categoria merceologica di rifiuto e i vincitori della speciale categoria “Cento di questi consorzi” dedicata alla miglior raccolta su base consortile.

I Comuni Rifiuti Free quest’anno sono 598. In fondo alla pagina è possibile scaricare il Dossier completo di quest’anno.

Le motivazioni dei premi CIAL 

COMUNE DI LECCE

(abitanti 95.441 – kg/abitanti 0,830)

Nel Comune di Lecce le fasi di raccolta vengono effettuate attraverso un sistema misto porta a porta e stradale con il quale gli imballaggi in alluminio si differenziano insieme al vetro. Le operazioni sono gestite dalla società Monteco Srl, con la quale CIAL ha un rapporto più che consolidato che ha sempre portato, negli anni, ottimi risultati.

Nel 2018-19, con il Comune di Lecce, il Consorzio ha attivato un esteso progetto didattico nelle scuole superiori finalizzato alla promozione della riduzione a monte dei rifiuti e alla raccolta differenziata, terminato con un evento in piazza che ha coinvolto centinaia di studenti: Gli ALUDAYS.

 

COMUNE DI CHIETI

(abitanti 50.770 – kg/abitanti 0,850)

Nel Comune di Chieti le fasi di raccolta vengono effettuate attraverso un sistema porta a porta con il quale gli imballaggi in alluminio si differenziano con gli imballaggi in plastica. Le operazioni sono gestite dalla società Formula Ambiente che conferisce il materiale raccolto alla società Ecotec Srl con la quale CIAL lavora per servire gran parte del territorio della provincia.

 

COMUNE DI ISERNIA  

(abitanti 21.666 – kg/abitanti 0,650)

Nel Comune di Isernia le fasi di raccolta vengono effettuate attraverso un sistema misto stradale e porta a porta, con il quale gli imballaggi in alluminio si differenziano con gli imballaggi in plastica.

Le operazioni sono gestite dalla società Smaltimenti SUD che tratta il materiale raccolto in tutta la provincia, ponendosi per risultati fra i migliori nel sud Italia.

Con la Smaltimenti Sud, CIAL negli ultimi anni ha attivato diversi progetti di comunicazione per i cittadini e in particolare per le classi delle scuole superiori della provincia di Isernia, con corsi di formazione e incontri di approfondimento.

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*