COREPLA PROGETTO PLASTIPREMIA: GENOVA PRIMA CITTA’ ITALIANA PER NUMERO DI ECOCOMPATTATORI

Plastipremia a Genova

Neanche due mesi di entrata in attività e la raccolta dei primi 4 eco raccoglitori “PlasTiPremia” sfonda il muro delle 250.000 bottiglie e flaconi conferiti.

A fine 2020 sono stati installati in altri quartieri ulteriori 8 eco-compattatori dalla maggiore capienza, così Genova raccoglie un eco-primato come città italiana dal più alto numero di postazioni dove ottenere premi in cambio della plastica.

Ora i Genovesi conferiscono in media 5.000 pezzi al giorno: una raccolta differenziata di altissima qualità e il palmares della macchina più produttiva è da assegnare alla Foce con l’eco-raccoglitore di piazza Paolo da Novi con 108.064 pezzi, a seguire 63.359 a San Teodoro (zona via Bologna), poi 53.018 a Certosa in zona metro via Brin e 36.061 pezzi in piazzale Rusca a Quinto: per un totale di 260.502 pezzi conferiti.

Gli ulteriori eco-compattatori “PlasTiPremia” saranno in questi punti e si potrà conferire già da oggi, martedì 19 gennaio 2021:

•            Municipio Ponente – Prà (Stazione ferroviaria nella fascia di rispetto di Prà)

•            Municipio Medio Ponente – Sestri ponente (dal mercato del Ferro)

•            Municipio Medio Ponente – Cornigliano (parcheggio pubblico ingresso giardino lineare adiacente stazione)

•            Municipio Centro Ovest – Sampierdarena (piazza Vittorio Veneto)

•            Municipio Centro Est – Castelletto (piazza Manin)

•            Municipio Bassa Valbisagno – Marassi (piazza Galileo Ferraris)

•            Municipio Bassa Valbisagno – San fruttuoso (piazza Martinez)

•            Municipio Media Valbisagno – Molassana (giardini Ponte Fleming)

Nel primo periodo 12 informatori ambientali presidieranno gli impianti e saranno a disposizione dei cittadini per spiegare il funzionamento degli ecocompattatori.

Per il 2021 il progetto vuole arrivare a dotare ogni municipio di Genova di almeno due compattatori per un totale di 18 punti di conferimento.

Dichiara Marco Bucci, sindaco della città: «Presentando il piano industriale di AMIU, qualche giorno fa, ci siamo imposti obiettivi competitivi ma indispensabili per la raccolta differenziata a Genova. Negli ultimi anni il livello di differenziata è cresciuto ma non con i ritmi che ci potevamo attendere e ora dobbiamo cominciare a correre. Serve la partecipazione di tutta la cittadinanza dalla quale auspichiamo una piena collaborazione nel conferimento corretto dei rifiuti. Il progetto “PlasTiPremia” è un ottimo incentivo ad una raccolta differenziata di qualità e uno stimolo per il cittadino che può comprendere come il rifiuto possa essere un valore. La prima parte del progetto è stato un successo autentico, sono convinto che lo sarà ancora di più in questa seconda fase e, quando raggiungeremo tutti e nove i municipi con due macchine “mangia plastica” per territorio, potremo anche lanciare la sfida per vedere quali municipi sono più virtuosi».

«Quello di Genova è un risultato straordinario raggiunto grazie al contributo dell’Amministrazione Comunale, dell’Azienda di Igiene Urbana, delle Istituzioni e dei cittadini e rappresenta un valido esempio di come si possa lavorare in maniera sinergica con il territorio – aggiunge Giorgio Quagliuolo, Presidente Corepla.
Numeri importanti che dimostrano che la collettività, se dotata dei giusti stimoli e di un’organizzazione efficiente, può contribuire in modo attivo a migliorare il tasso di intercettazione dei contenitori per liquidi e incrementare la raccolta differenziata degli imballaggi in plastica, per raggiungere gli ambiziosi obiettivi di riciclo del nostro Paese».

I Genovesi che vorranno usufruire di sconti, premi e coupons dovranno conferire esclusivamente bottiglie e flaconi in plastica. Per avere sempre sotto controllo i propri conferimenti e i punti accumulati si può utilizzare la app “PlastiPremia” con l’utilizzo della propria tessera sanitaria oppure raggruppare gli scontrini che vengono emessi ad ogni consegna di plastica agli ecocompattatori.

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*