Unicircular: “Bene il bonus per imprese che usano beni riciclati. Ora bisogna rendere strutturali questi incentivi”

riciclato al 100%

L’Associazione delle imprese dell’economia circolare commenta il Decreto del MITE pubblicato in Gazzetta che prevede il credito di imposta per chi nel 2020 ha acquistato beni prodotti con materiali da riciclo.

(VEDI ARTICOLO SUL DECRETO)

Un passo significativo verso un modello di economia realmente circolare e un incoraggiante segnale di ascolto da parte del Ministero della Transizione Ecologica, che ha finalmente reso operativa una misura prevista nel 2019 dalla “Legge Crescita”, da tempo richiesta dall’industria del riciclo per dare concreto sostegno al mercato dei beni riciclati”.

E’ questo il commento di Paolo Barberi – Presidente di FISE Unicircular (l’Associazione delle imprese dell’economia circolare), alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale del Decreto del Ministero della Transizione Ecologica (6 ottobre 2021) che definisce un bonus per le imprese che hanno impiegato materiali e prodotti derivanti, per almeno il 75% della loro composizione, dal riciclo di rifiuti o di rottami, oppure compost di qualità.

In più occasioni abbiamo sottolineato come occorra creare un sistema e una cultura che premino chi acquista ed usa materiali e prodotti da riciclo. Questo Decreto va nella giusta direzione”, ha aggiunto Barberi, che ha poi concluso, “Ora occorre rendere strutturali questi incentivi, allargandone il campo di azione e finanziandoli adeguatamente, per scoraggiare il ricorso all’utilizzo delle materie prime vergini, e per riconoscere e valorizzare i benefici economici ed ambientali derivanti da un uso intelligente delle risorse”.

 

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*