Pietro Fiorentini acquisisce la quota di maggioranza nel capitale di Sartori Ambiente

See Image of Pietro Fiorentini-Sartori Ambiente

Il Gruppo Pietro Fiorentini ha completato l’acquisizione del 60% delle quote di Sartori Ambiente S.r.l., con il restante 40% che resterà in capo al socio fondatore Michele Sartori.

Pietro Fiorentini è tra le maggiori realtà industriali del Nord Est italiano, con sede principale ad Arcugnano (Vicenza). Il Gruppo impiega oltre 2.000 lavoratori nel mondo con un fatturato 2021 di 466 milioni di euro, un dato in crescita di oltre il 17% rispetto al 2020. L’azienda realizza il proprio core business all’interno della filiera (trattamento, trasporto e distribuzione) del gas naturale, con posizioni di leadership nell’ambito dei progetti di Smart Metering e delle Smart Grids. Negli ultimi anni, il Gruppo ha intensificato gli sforzi per cogliere le nuove opportunità nell’ambito della transizione energetica (biometano, idrogeno, power to gas) ed esteso i propri orizzonti alla misura dell’acqua, alla digitalizzazione del ciclo idrico e al settore ambientale.

Attraverso questa operazione, Pietro Fiorentini consolida il proprio ruolo nella filiera della valorizzazione dei rifiuti per la produzione di bioenergia (Biowaste-to-energy), offrendo soluzioni impiantistiche all’avanguardia. Un settore il Gruppo è già presente  grazie alle soluzioni software di Terranova e delle controllate Ambiente.itArcoda e Giunko.

“Siamo sicuri che questa operazione rafforzerà il percorso di crescita in settori adiacenti a quelli tradizionalmente presidiati dalla nostra Azienda – dichiara Cristiano Nardi, Presidente Esecutivo del Gruppo Pietro Fiorentini – Le sinergie a livello produttivo, commerciale e organizzativo tra realtà leader nei rispettivi mercati garantiranno un percorso di crescita e lo sviluppo di soluzioni sempre più innovative, sostenibili, in linea con i più avanzati sviluppi tecnologici e gestionali.”

“Attraverso questa operazione raggiungiamo l’obiettivo di consolidare, sia a livello italiano che internazionale, il nostro ruolo di primo piano nella filiera della gestione dei rifiuti – afferma Michele Sartori, Presidente e Amministratore delegato di Sartori Ambiente – La partnership con Pietro Fiorentini e Terranova rafforzerà la nostra capacità di affiancare i comuni italiani ed i clienti nel raccogliere la sfida aperta dal PNRR sui progetti di miglioramento delle infrastrutture per la raccolta differenziata, contribuendo allo sviluppo dell’economia circolare attraverso il processo di valorizzazione dei rifiuti e dei sottoprodotti finalizzati alla produzione di gas sostenibili.”

 


Pietro Fiorentini

La Pietro Fiorentini, fondata a Bologna nel 1940, è tra le maggiori realtà industriali del Nord Est italiano, con sede principale ad Arcugnano (Vicenza). Il Gruppo conta una trentina di sedi, produttive e commerciali, tra Italia ed estero, e impiega oltre 2.000 lavoratori nel mondo. Nel 2021 ha raggiunto un fatturato di 466 milioni di euro, un dato in crescita di oltre il 17% rispetto al 2020.

Il Gruppo vanta una solida clientela tra società di distribuzione e trasporto del gas naturale, Oil & Gas companies, EPC, end-users industriali e utilities, che ne riconoscono lo standing assoluto in termini di innovazione di prodotto e di processo. Al centro della produzione dell’azienda c’è un’ampia gamma di soluzioni tecnologicamente avanzate lungo tutta la filiera del gas naturale: dalla componentistica e i servizi per le reti di trasporto e distribuzione, fino a una serie di sistemi ingegnerizzati che comprendono valvole, misuratori multi-fase, impianti di processo, cabine e gruppi di riduzione e misura.

Negli ultimi dieci anni la società ha compiuto significativi investimenti in R&D, M&A, stabilimenti e mezzi di produzione, che oggi le consentono di ricoprire una posizione di leadership nell’ambito dei progetti di Smart Metering e più in generale delle Smart Grids. Nell’ambito della transizione energetica, Pietro Fiorentini sta accelerando gli sforzi per cogliere le nuove opportunità legate alle fonti energetiche green quali il biometano, l’idrogeno e il power to gas. Recentemente, l’azienda ha esteso i propri orizzonti anche alla misura dell’acqua, alla digitalizzazione del ciclo idrico e al settore ambientale.

Il Gruppo Pietro Fiorentini è in grado di offrire soluzioni integrate end-to-end grazie alla straordinaria combinazione delle più sofisticate competenze meccaniche ed elettroniche con le soluzioni software fornite dalla controllata Terranova, società che impiega più di 350 collaboratori tra Italia ed estero. Forte del suo know-how in termini di smart metering, smart network e gestione delle operations, Terranova offre un’ampia gamma di software studiati ad hoc per rispondere anche alle esigenze più complesse del settore multi-utility.

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*