Contributo straordinario per le società di gestione degli impianti di selezione e di riciclo di rifiuti in alluminio

Con il decreto del Ministro della transizione ecologica, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, n. 554 del 31 dicembre 2021, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 57 del 9 marzo 2022, erano state definite le modalità e i criteri di attuazione del Fondo di cui all’articolo 6-ter del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106.

Il Fondo è volto a sostenere le società di gestione degli impianti di riciclo dei rifiuti in alluminio aventi codice CER 150104 che, nell’ultimo anno di crisi pandemica da Covid-19, hanno continuato con difficoltà a operare nonostante la crisi del sistema generata dal calo della domanda di materiale riciclato.

L’ammontare massimo del contributo concedibile era pari al 20% (venti per cento) della riduzione dell’ammontare dei ricavi registrata dal soggetto richiedente nell’esercizio 2020 rispetto al valore dei ricavi relativo all’esercizio 2019, e non può comunque risultare superiore ad euro 200.000,00.

Il Fondo può contare su una dotazione pari a 3 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022.

Con decreto del 27 giugno 2022 del Direttore della Direzione Generale Economia Circolare del Ministero della Transizione ecologica, è stata disposta la concessione del contributo in favore dei soggetti elencati all’Allegato A (SCARICA L’ALLEGATO).

Per eventuali chiarimenti e informazioni è possibile inviare una mail al seguente indirizzo: info.ricicloalluminio@mite.gov.it

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*