CERRONI ASSOLTO

Manlio Cerroni

Il 5 novembre si è chiuso il processo contro Manlio Cerroni, il “padre” di Malagrotta, la più grande discarica d’Europa che per decenni ha inghiottito i rifiuti della Capitale del rifiuto non differenziato.

Il processo si è chiuso con una assoluzione che sembra demolire la teoria che nel Lazio non ci sarebbe stato un sistema illecito di gestione dei rifiuti.

Un processo durato anni, scandito da un’enfasi mediatica senza precedenti, che ha pesantemente condizionato lo scenario della gestione rifiuti della Capitale e di un Gruppo che da sempre ha investito nell’innovazione di questo settore.

Una sentenza, sul cui esito abbiamo sempre confidato, che cancella un castello accusatorio e un processo mediatico durato anni e fondato sul nulla. Un caso da manuale e paradigmantico dei pregiudizi che le aziende che operano in questo settore devono scontare nella propria attività”, ha dichiarato il Presidente FISE AssoambienteChicco Testa.

Assoambiente ricorda che, secondo i dati Istat, negli ultimi dieci anni, il numero dei procedimenti ambientali è passato da 1.000 a oltre 13.000 casi (8.800 riguardano direttamente la gestione rifiuti), il 45% dei quali si è concluso con un’archiviazione (4.687).

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Post collegati:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*